Messaggio
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione e per altre funzioni con fini statistici. Se accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo clicca sul pulsante Accetto. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

    Visualizza Documenti sulla Direttiva UE e-Privacy

Sei qui: Home Organizzazione delle scuole Libri di testo a.s. 2013/2014
Viale C. Verani n. 7 - 02100 Rieti - tel. 0746 491589 fax 0746 495233 (solo se email non funziona) email usp.ri@istruzione.it PEC uspri@postacert.istruzione.it
PDF  Stampa  E-mail  Questa pagina è stata visitata 1799 volte Twitter Facebook Google+
Sabato 26 Gennaio 2013 18:52

Il MIUR fornisce le indicazioni operative di seguito riportate circa l'adozione dei libri di testo nelle scuole statali di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2013-2014.
(Nota prot.n. 378 del 25 gennaio 2013).

Premessa

La scelta dei libri di testo nelle scuole statali di ogni ordine e grado costituisce rilevante momento di espressione dell’autonomia professionale e della libertà di insegnamento. Al fine di agevolare i collegi docenti nella scelta dei libri di testo, si ritiene utile fornire alcune indicazioni.
Le innovazioni introdotte dall’articolo 11 della legge n. 221/2012, contenente ulteriori misure per la crescita del Paese, prevedono, per le nuove adozioni, a decorrere dalle scelte effettuate nell’anno scolastico 2013-2014, a valere per l’anno scolastico 2014-2015, libri di testo in una nuova versione digitale o mista (costituita da un testo in formato cartaceo e da contenuti digitali integrativi, oppure da una combinazione di contenuti digitali e digitali integrativi).
Tale obbligo si applica tuttavia a partire, progressivamente, dalle classi prima e quarta della scuola primaria, dalla prima classe della scuola secondaria di I grado e dalla prima e dalla terza classe della scuola secondaria di II grado.

Adozioni per l’anno scolastico 2013-2014

Particolare attenzione merita, invece, per l’anno in corso, l’eventuale sostituzione dei libri di testo già in uso, tenuto conto che il medesimo articolo 11 dispone, ma solo a decorrere dal 1° settembre 2013, l’abrogazione dell’obbligo, previsto dall'articolo 5 dalla legge n. 169/2008, di mantenere in adozione gli stessi testi scolastici per un quinquennio nella scuola primaria e per un sessennio nella scuola secondaria di I e di II grado.
A tale specifico riguardo, è da ritenere che il legislatore abbia inteso mantenere invariata per l’anno scolastico 2013-2014 la dotazione libraria già in uso, in coerenza con la normativa vigente (articolo 5 della legge n. 169/2008) dal momento che l’adozione dei libri di testo, nelle loro nuove tipologie, trova applicazione a decorrere dalla scelta per l’anno scolastico 2014-2015.
All’atto delle prossime adozioni, non essendo ancora intervenuto l’effetto abrogativo del vincolo temporale, che decorre dal 01.09.2013, risulta d’altronde pienamente applicabile il citato articolo 5 della legge n. 169/2008 con la riserva "salva la ricorrenza di specifiche e motivate esigenze, connesse con la modifica di ordinamenti scolastici".
Per quanto riguarda inoltre il primo ciclo di istruzione, lo stesso decreto ministeriale 16 novembre 2012, con cui vengono emanate le "Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e della scuola del primo ciclo" prevede espressamente che l’editoria scolastica adegui i libri di testo destinati alle scuole del primo ciclo, a partire dalle adozioni per l’anno scolastico 2014/2015.
Il passaggio ai libri di testo nella nuova versione digitale, da realizzare gradualmente a decorrere dalle adozioni per l’anno scolastico 2014/2015, richiede in ogni caso l’adozione di un apposito decreto ministeriale che ne definisca le caratteristiche tecniche.

Adozioni dei libri di testo per l’insegnamento della religione cattolica

In merito ai libri di testo per l’insegnamento della religione cattolica, è da rilevare che in data 16 ottobre 2012 è stato pubblicato il DPR 20 agosto 2012, contenente, in allegato, le "Indicazioni didattiche per l'insegnamento della religione cattolica nel secondo ciclo di istruzione", da applicare a partire dalle classi prime nel prossimo anno scolastico 2013-2014, per andare progressivamente a regime negli anni scolastici successivi.
Per quanto riguarda, in particolare, l’adozione di nuovi libri di testo, coerenti coi nuovi programmi di insegnamento della religione cattolica, occorre tenere presente che, per essere adottati nelle scuole, gli stessi devono essere provvisti del nulla osta della Conferenza episcopale italiana e dell'approvazione dell'ordinario competente, come previsto dal punto 3 dell’allegato all’intesa MIUR/CEI di cui al DPR n. 175/2012.

Adempimenti

Le adozioni dei testi scolastici sono deliberate dal collegio dei docenti nella seconda decade di maggio per tutti gli ordini e gradi di scuola.
I dirigenti scolastici avranno cura di richiedere, fin da ora, ai centri di produzione specializzati che normalmente curano la trascrizione e la stampa in braille, i testi scolastici necessari, al fine di consentirne, agli alunni non vedenti o ipovedenti frequentanti la propria scuola, la disponibilità per l’inizio delle lezioni.
Infine, si richiama l’attenzione sulla specifica disposizione della legge n. 221/2012, secondo cui la delibera del collegio dei docenti relativa all'adozione della dotazione libraria è soggetta, per le istituzioni scolastiche statali e limitatamente alla verifica del rispetto del tetto di spesa, al controllo successivo di regolarità amministrativa e contabile, ai sensi dell’art. 11 del decreto legislativo n. 123/2011.
La scelta dei libri di testo nelle scuole statali di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2013-2014 resta pertanto disciplinata, per la restante parte, dalle istruzioni impartite con circolare ministeriale 10 febbraio 2009, n. 16, con l’ulteriore precisazione che le istituzioni scolastiche paritarie possono adottare, ove ritenuto opportuno, le medesime modalità di adozione dei testi scolastici.
Si fa riserva di comunicare i prezzi di copertina dei libri di testo per la scuola primaria e i tetti di spesa per la dotazione libraria delle scuole secondarie di I e di II grado. Ad ogni buon conto, considerato che per il prossimo anno scolastico l’editoria scolastica non è tenuta a mettere a disposizione testi scolastici nella nuova versione, i tetti di spesa dovrebbero subire solo aumenti contenuti entro il tasso di inflazione.

Tags: libri_di_testo | scuole reatine

Ultimo aggiornamento ( Sabato 26 Gennaio 2013 19:15 )
 

Porte aperte sul web

Porte aperte sul web

Istituto Majorana

Tutte le categorie del sito Majorana Gela
  • Raccolta di Guide per Programmi di base
    Una interessante raccolta di Guide e consigli per utilizzare il software (Programmi) di base e più utilizzati per Linux ed anche per Windows. La lista propone una elencazione divisa per categorie e quindi facilmente consultabile. In definitiva si è ottenuta una vetrina di considerevole dimensione in materia di guide, tuorials e videoguide italiane per l'utilizzazione di base dei programmi proposti ...
  • Newsletter Istituto Majorana: Agosto 2014
    Su richiesta di numerosi utenti, pubblico le NewsLetter che il Majorana invia ogni mese agli utenti registrati al sito. Ho iniziato ad inviare le newsletter, sin dal mese di marzo 2009, ma nel sito sono riportate le newsletter inviate, dal mese di Luglio 2011. La presente newsletter è relativa al mese di Agosto 2014 ...
  • Banca OnLine più sicura col DVD Ubuntu
    Ormai sono in molte le persone che effettuano, anche frequentemente, operazioni bancarie on-line (via internet). Le banche, ormai, dispongono di sistemi abbastanza sicuri, ma la certezza non esiste. Vedremo un semplice ed efficace metodo, che viene suggerito da diverse banche americane, che, insieme ad altri validi consigli, diminuirà sensibilmente i rischi dell'e-banking ...
  • LibreOffice 4.3.x Plus in Ubuntu e derivate
    Da poco rilasciato LibreOffice 4.3.0 che si presenta con prestazioni migliorate ed altre novità. Lo troveremo, probabilmente, in Ubuntu 14.10 ma non nelle versioni precedenti. Vediamo allora come installarlo in Ubuntu (e derivate), versione 14.04 e precedenti, con un semplice click del mouse e, volendo, nella versione Plus, che presenta molte caratteristiche aggiuntive ...
  • Torino e Udine useranno Software Libero
    Finalmente anche in Italia le cose cominciano ad andare verso la giusta direzione. Il Comune di di Udine risparmierà 360.000 euro con l'adozione di OpenOffice. Ancor meglio farà il Comune di Torino che passando direttamente a Linux risparmierà ben 6.000.000 di euro. In questi tempi di crisi non è certo poca cosa. Romperanno la sudditanza dalle multinazionali del software ...

Ultime News Scuole

Area riservata alle Scuole